4. Mi do un tono interpretativo.

Quando comunichiamo, tendiamo a concentrarci sul contenuto effettivo del messaggio, tralasciando la componente affettiva di quest’ultimo. Pensateci  bene: ascoltereste volentieri un conduttore televisivo che parla a mo’ di “bella statuina“? Anche la qualità della relazione tra emittente e ricevente è da prendere con seria considerazione. L’intonazione della voce, il modo di gesticolare, il nostro atteggiamentoContinua a leggere “4. Mi do un tono interpretativo.”

6.Nella comunicazione siamo sempre in due

Parlando con un nostro amico, con nostro figlio, con il nostro pubblico, tutti noi, prima o poi, abbiamo desiderato almeno una volta di poter leggere nel pensiero di chi ci sta di fronte al fine di ottenere il pieno consenso. E’ bene non confondere, però, tale consenso con “l’aver ragione” a tutti i costi, imponendoContinua a leggere “6.Nella comunicazione siamo sempre in due”