Esco a fare due passi alla ricerca di “Fili di felicità”

Questo libro (o meglio questo e-book ) è nato un giorno in cui mio figlio  Lorenzo , mentre giocava nel giardino di un centro commerciale ad un certo punto, corre verso di me chiedendomi qualche spicciolo. Alla domanda di cosa ne dovesse fare, risponde con due occhi luccicanti di umanità, ” Voglio far felice un cagnolino “. Gli spiccioli gli servivano per comprare del cibo a ” fulvetto “; aveva battezzato così quel cane randagio che gli si era avvicinato mentre giocava.

Con estrema dolcezza ed euforia teneva vicino a se quel cagnolino: lo guardava, l’accarezzava, gli parlava. Ad un certo punto il mio fanciulletto si zittisce. Quando Lorenzo sta così in silenzio, io sento una dolce paura, perchè so che mi sta per porre  una domanda difficilissima a cui dovrò rispondere. E la domanda puntualmente, arrivò:

Papà, perchè gli uomini non sono felici quanto” fulvetto “?

Ad un bambino di sei anni e mezzo, non potevo certamente rispondere la prima cosa che mi venisse in mente. Allora gli ho risposto: “Guarda, Lorenzo, è una domanda difficile ma cercherò di risponderti. Non adesso, lasciami un pò di tempo e risponderò alla tua domanda.

Nel frattempo, intorno a noi si radunò un pò di gente che guardava felice quel bambino “felice” (che, a sua volta, aveva donato felicità).

 Ci ho pensato molto, ma poi da “buon matematico” ho sintetizzato dicendo, che la felicità totale non esiste , ma esistono tante piccole felicità. Allora ho deciso di rispondere alla domanda di mio figlio attraverso emozioni positive racchiuse nell’ebook intitolato ” Fili di felicità

.

La particolarità di questo ebook, risiede nel fatto che nello scrivere le storie che inglobano le piccole dolcezze della vita, mi sono ispirato ai vostri blog (quindi vi citerò,svrivendo gli appositi link). Spero che ciò vi renderà felice.

A presto

Massimiliano De Maio

Se sei curioso di leggere il mio libro, lo puoi trovare al seguente link

 

 

30 GIORNI GRATIS DI KINDLE ILLIMITED

30 GIORNI GRATIS DI KINDLE ILLIMITED

Pubblicità

#6.Perché si deve andare avanti.

Ho iniziato a bloggare , ovvero a scrivere post in un blog, quasi 10 anni fa. All’epoca se condividevo questa mia passione con qualche amico o con qualche familiare, mi davano per matto. Tantissime “sconfitte” ma anche tante “soddisfazioni” si sono susseguite da allora. Tanti blog aperti e poi chiusi, fino ad arrivare a “Celapossiamofareblog“.

Ebbene, sono ancora qui “io a scriverlo” e “voi a leggerlo“. (Non ho mollato!)

Che cosa non mi ha fatto cambiare idea?

Forse il sublime ritorno ai fondamentali, a quei valori che ci hanno sostenuto nei momenti difficili.

Ricordo un proverbio biblico “Il cuore rispecchia il modo in cui un uomo pensa“.

Personalmente condivido totalmente questo proverbio:il tutto inizia con il pensiero che ci permette di creare qualcosa di buono nella nostra vita. Ho letto tante biografie di uomini illustri( A. Lincoln, A. Canergie, Napoleone, Alessandro, ecc.) e sintetizzando ho capito che i grandi uomini e le grandi donne, prima di essere giudicati tali avevano sperimentato dolori e sofferenze ben più di me.

Questi uomini, erano in primis condottieri, avevano una forza interna che impediva loro di di accontentarsi di qualcosa di meno di ciò che potevano dare, o essere, o donare. Il nostro passato non può e non deve essere uguale al nostro futuro!

Tali persone amavano ciò che facevano, non si stancavano mai di mirare i loro obiettivi , corredati sempre di ardente desiderio, fede e ostinazione nel raggiungerli.

Diamo retta al nostro “pensiero” ricreiamo la nostra vita.

 

 

 

 

 

#12.Mi rubo il tempo e”posto” di più!

Il blog è un passatempo, un hobby, una passione. Il blog è la mia parte migliore dove riesco ad esternare tutto ciò che, forse, non riuscirei a dire dal vivo! Nulla quaestio!

Però se doveste cambiare idea, se voleste dedicarci un po’ più di tempo(Già… il tempo il nostro cruccio di una vita), “allora perché non continuare a leggere questo post?” , per scoprire i miei segreti sulla gestione del tempo e sulla modalità di “Non rimando“.

Purtroppo tutti abbiamo incombenze alle quali non possiamo sottrarci e se lo facciamo cadiamo ancora di più nell’apatia e nella procrastinazione più assoluta. Fermatevi e riflettete, se siete sul punto di non ritorno, allora,vi consiglio,vivamente, di agire adesso!

Le cose scoccianti, quelle che rubano tempo perché le facciamo controvoglia, io le affronto così: con la regola dei 15 minuti e la regola del tre.

Scelgo l’incombenza, una volta scelta  a sua volta la divido in tre parti di 5 minuti ciascuna.

Primi 5 minuti: Penso alla cosa che mi sta bloccando in quel momento, io ad esempio odio il disordine, ad esempio una scrivania con tanti oggetti inutili. La prima cosa che faccio mi riordino la scrivania, quindi elimino l’ostacolo.

Secondi 5 minuti: tutte le cose che mi vengono in mente relative all’incombenza, le scrivo su un taccuino che ho chiamato “incombenze”; potete creare anche un file sul computer oppure sul vostro telefonino.

Terzi 5 minuti: Inventario delle cose che mi possono servire per risolvere l’incombenza. Se ho tempo, in questa fase mi faccio una tazza di tè oppure un caffè, perché dopo so di non avere più tempo.

Sempre la stessa regola, programmo i miei 15 minuti sulla mia sveglietta e schiaccio via! Lo spunto di usare una sveglietta mi fu suggerito da una esaminatrice del trinity college quando sostenni l’esame di inglese.(anni fa) Feci l’esame con la sveglietta, avevo solo 5 minuti per rispondere a tutte le domande nella conversazione. Tutti sappiamo che i londinesi amano la puntualità e la precisione.

Potrei portarvi altri esempi, ma in questo caso vorrei raccontarvi come gestisco le email(altro cruccio)

Chi è della mia generazione sicuramente si ricorderà del film “Non aprite quella porta ”  del 2003 diretto da Marcus Nispel; non so perché, ma quando devo aprire la mia posta elettronica questo titolo suona come un gong nella mia testa. Condividete l’effetto? Aspettate un attimo, ho aperto in  questo momento la mia posta elettronica: “siete curiosi di quantificare con me il numero di email? Rullo di tamburi…Fatto! 1254 nuove notifiche.

Le butto tutte nel cestino? E se tra queste ci fosse quella interessante, quella di cui me me ne pentirei per non averla letta?

Se vi trovate nella mia stessa situazione, ecco un primo piano per affrontare il problema.

Primi 5 minuti: la cosa più facile che mi potrebbe venire in mente è quella di eliminarle tutte. Non lo faccio perchè così facendo non eliminerei il problema così drasticamente perché so che  si ripresenterebbe.  Allora sfrutto questi 5 minuti per analizzare il problema e di come fare a risolverlo in un tempo ragionevole.

Secondi 5 minuti: io personalmente creo delle cartelle separate per le e-mail che davvero mi interessano e quelle che devo iniziare a cancellare. L’ansia nella prima fase è normale, diminuirà man mano che andrete avanti. E’ un lavoro seccante, lo so benissimo: in questo caso ricordo una frase di mia nonna che mi ripeteva da bambino ” Solo eliminando il vecchio che si fa spazio al nuovo”. Parole sante!

Terzi 5 minuti: L’ansia sta per aumentare perché il tempo è poco ed il lavoro è tanto? Don’t worry, dove arriverete metterete il punto. Pensate alla ricompensa che vi siete ripromessi allo scadere dei 15 minuti.

Il lavoro, però dovrà comunque concludersi, continuando a sfruttare una serie di sessioni di 15 minuti, con allettanti basi di ricompense finali.

 

Quattro passi per scrivere articoli virali e contagiosi

Personalmente impiego tantissimo tempo, a pensare al titolo del mio post.

Perchè il titolo è così importante?

Il titolo è importante perchè si deve distinguere tra una mole di informazioni pazzesca: l’attenzione deve essere catturata in meno di un secondo.

Fate la vostra bella ricerca su un motore di ricerca e la prima informazione che compare la cliccate e non perdete altro tempo.Di contro se alla decima posizione leggete un titolo accattivante lo cliccate lo stesso.

Anche quando ricevete una email di notifica di un post, se il titolo non è persuasivo passate avanti.Tutto ciò è consuetudine.

Il vostro valido articolo compete con migliaia di altri pezzi!

Non scoraggiamoci, adesso vi svelo dei trucchetti:

  • Inserire numeri: Un titolo che quantifica è utile, ad esempio  “cinque modi per scrivere un post corretto” attira di più l’attenzione di un lettore rispetto a “come scrivere un post corretto”.
  • Le  parole “migliore”, “massimo” o “sempre” accanto all’aggettivo che connota quello che racconterete influenza i click sul vostro post.
  • Chiarezza: andare dritto al punto anche dal primo rigo cattura l’attenzione e accompagna il lettore alla fine del posts
  • Nomi e news:  inserire nel titolo i nomi di personaggi famosi, aiutano l’articolo a diventare virale: Attira il lettore!!!

My ebook

Fili di felicità

Come dare una spinta ai propri articoli

 

My ebook

Fili di felicità

 

Il vero blogger scrive articoli in continuazione e vorrebbe che questi articoli venissero letti e commentati. Un buon metodo è quello di condividere tali articoli su vari social  Su Facebook, Twitter, Google+ ecc.

Come fare? leggi un mio post precedente!

Condividere un nostro articolo sui social è di fondamentale importanza per diffondere la nostra voce sui social, quindi non devono mai mancare i pulsanti di condivisione per i social network.

Ogni argomento che trattiamo sicuramente avrà un riscontro sui social network, nei forum quindi questo modus operandi potrebbe fungere da centro di aggregazione.

Non sottovalutiamo la rubrica della nostra posta elettronica per invitare i nostri contatti passati ed in itinere. Il modo intelligente potrebbe essere quello di filtrare i contatti e invitare solo coloro che potrebbero essere interessati all’argomento. Nel messaggio non abbiate paura a invitare il potenziale lettore a leggere il post e a condividerlo in rete , commentarlo ed iscriversi al blog per rimanere aggiornati sulle prossime novità che proporrete.

 

Grazie per essere arrivato fin qui!!!

Fai un commento al mio libro(ti va?)

My ebook

Fili di felicità

https://www.amazon.it/gp/product/B07B2ZQ683/ref=as_li_tl?ie=UTF8&camp=3414&creative=21718&creativeASIN=B07B2ZQ683&linkCode=as2&tag=massimilia00e-21&linkId=3b9557d1b73ff88b5c87e6da61632b8c

 

Una nuova gara è iniziata.Corri ragazzo,corri!

Vorrei che quello che ho fatto qualche giorno fa, lo faceste anche voi. Annotare i successi riscontrati(piccoli o grandi che siano…) su un taccuino: successi che riguardano della mia vita. Annotare i propri successi è un atto molto importante, tale gesto dona positività. I successi rappresentano stelline luminose che formano costellazioni galoppanti verso la strada del successo. Uno dei successi che ho scritto e che voglio condividere con voi è quello di essere diventato migliore, gustando un sapore speciale della vita. La turbolenza è parte integrante della nostra vita, il sentirsi di sbandare su una strada, che non ti appartiene, è un evento fisiologico che investe quasi tutti gli esseri umani; ma la cosa importante è essere sempre se stessi e riprendere a camminare sulla strada maestra. Riprendersi la propria libertà e seguire la propria strada ti rende ricco, una ricchezza  interiore brillante che illumina ogni tuo passo, evitando pietre e buche sotto le tue scarpe. I successi bisogna averli sempre in tasca, i successi nessuno potrà mai portarteli via.Concentratevi su tali  successi, assaporateli fino in fondo, fino al punto di  solleticare l’anima.. Ricordare i  successi passati aiuta a rendere migliori quelli successivi.

Personalmente sto lavorando ad un nuovo progetto editoriale, il precedente però non l’ho dimenticato:

Come inserire i link Amazon affiliazione nel mio blog ed iniziare a guadagnare

Gestire un blog, portarlo avanti richiede tempo e grossi sacrifici. Oltre alla soddisfazione emotiva, penso che farebbe comodo anche un riscontro economico.

Prima di andare avanti in questo post e esporvi la procedura tecnica, ci tengo a ribadirvi che nel momento in cui abbiamo deciso di aprire un blog ci siamo impegnati moralmente nei confronti del nostro lettore, una pubblicità invasiva e massiccia potrebbe procurare l’effetto “allontanamento”di questi ultimi. Quindi è bene ricordare che il giusto è sempre nel mezzo.

Con l’affiliate marketing, in questo post vi parlerò del gigante americano delle vendite online di libri ed altro(Amazon) che da oltre 15 anni opera in questo settore con altissimi risultati e grossi rendimenti. Quindi vi sto parlando di una azienda solida.

Il primo passo da compiere è la registrazione https://programma-affiliazione.amazon.it

Caso pratico:

Il gestore di un blog di makeup, vuole pubblicizzare un prodotto presente tra gli scaffali di Amazon congruo al tema che tratta nel suo blog, quindi produce il suo bel post di alto contenuto informativo, corredato delle opportune immagini ed introduce un link del prodotto che vuole presentare ai suoi lettori. Il libero arbitrio del lettore deve essere sempre  rispettato, se rispettiamo questo punto saremo sulla buona strada senza cadere nella pubblicità invasiva che come vi ho detto prima produce tantissimi effetti collaterali.

 

Integrazione tramite la pagina “Link Prodotti”

  1. andare su link prodotti
  2. inserire la parola chiave, isbn se si tratta di un libro ecc.
  3. Link Prodotti
  4. Cliccare  sul pulsante “Ottieni link”Link Prodotti
  5. Per gli utenti wordpress.com cliccare sulla scheda  “Solo testo”Link Prodotti
  6. Copiare  il codice HTML generato ed incollarlo in un widget nella side bar di wordpress.com, oppure nella scheda html del nostro post. Mi raccomando non incollarlo nella scheda visuale del post.Link Prodotti

7. Una volta incollato il codice nella scheda html, ritornare alla scheda visuale e controllare la riuscita dell’operazione:dovrebbe comparire il link e non il codice.

8.Salvare le modifiche ed il gioco è fatto.

Grazie per essere arrivato fin qui!!!

Fai un commento al mio libro(ti va?)

My ebook

Fili di felicità

 

Nautilus Village all’interno dell’Ecoparco del Mediterraneo

Di recente sono stato al Nautilus Village un villaggio turistico che si trova a Castel Volturno in provincia di Caserta. Vi consiglio di visitare quest’oasi naturale soprattutto se  i vostri ragazzi amano lo sport e la natura.

Sin dal primo passo nell’entrare in questo parco(uno dei più belli d’Italia) sono rimasto incantato nell’assistere al volo di numerose specie di uccelli che attraversano questo paradiso, sostando attorno ai laghi presenti.

Il personale del villaggio costituito da un team di educatori e di animatori altamente qualificati  offre ai nostri ragazzi momenti di svago dedicati allo sport quali: canoa, rugby, tennis, tiro con l’arco, calcetto, pallavolo, beach volley e attività ludico-ricreative quali bird watching, passeggiate nel parco in piccoli gruppi a piedi o in bicicletta.

Il Nautilus Village, offre una serie di servizi tra questi le gite didattiche e campo scuola.

Con la Gita giornaliera i ragazzi saranno accompagnati nella visita dei siti archeologici e naturalistici dei Campi Flegrei e proseguiranno la giornata all’insegna dello sport e del contatto con la natura affidati allo Staff Nautilus, formato da animatori professionisti e di esperienza.
Il Campo scuola propone invece due o più giorni da trascorrere con attività ludiche e sportive abbinando
la conoscenza del territorio dei Campi Flegrei.
L’obiettivo del Campo scuola è di favorire la relazione e l’affiatamento tra i compagni e tra questi e i loro docenti.
I ragazzi affronteranno sfide e svilupperanno le proprie capacità vivendo emozioni indimenticabili in un contesto
familiare e sicuro.

 

Se vuoi scoprire altri servizi, ti invito a visitare il loro sito

www.nautilusvillage

 

Perchè mi piace il mio lavoro?

Articolo scritto da Laura Marone, titolare del portale vacanzeinvendita

00009-MALDIVE-1

Ho viaggiato molto nella mia vita, le vacanze sono sempre state per me molto importanti, ero continuamente pronta ad organizzarne una e quando non potevo permettermi di partire per un lungo periodo, mi accontentavo di un weekend. Frequentare altri luoghi, mi faceva sentire una cittadina di questo pianeta, non solo una ragazza di Roma.

Da qualche anno mi occupo di vacanze, affitto appartamenti a Venezia e in Sardegna, ma organizziamo anche crociere in barca a vela in quasi tutti i mari del mondo. Che sia per una settimana o un weekend, mi piace dare il mio contributo per questi “Fili di Felicità” che tanto ho cercato nella mia esistenza.

La scelta è stata inizialmente per la Sardegna. Amo il mare e sopratutto quello che circonda questa splendida isola, i suoi colori mettono allegria e danno serenità. Chi visita quei luoghi, torna a casa rigenerato e col desiderio di tornarci il prima possibile. Il mare, il cibo, la gente, con le sue tradizioni, la rendono speciale. Se avrete la fortuna di arrivare in nave all’alba, i colori e le luci, vi lasceranno senza fiato. E’ un luogo da visitare e vi stupirà scoprire ad agosto, alcune spiagge quasi deserte.

E poi c’è Venezia, dove in parte sono cresciuta, definito il salotto d’Italia! Città d’arte per eccellenza, ma anche romantica e magnifica con i suoi canali, la laguna e gli innumerevoli eventi che da sempre richiamano a se, milioni di turisti ogni anno.

In questo magico scenario, in mezzo a quelle strette calli e i suoi tanti ponti, potrete rivivere la storia e sentirvi partecipi di qualcosa di unico al mondo.

Articolo scritto da Laura Marone, titolare del portale vacanzeinvendita

 

I dieci libri più venduti del momento

CHI HA GIA’ LETTO UNO DI QUESTI LIBRI?

 

1.La giostra dei criceti

La giostra dei criceti parla di una rapina, organizzata con grande macchinazione da quattro balordi della mala romana René, Franco, Cinese e Cencio, hanno…

I protagonisti di questo libro sono una donna, Trudy, suo marito John Cairncross, editore e poeta, e l’amante di lei, Claude, agente immobiliare senza troppi scrupoli. Un triangolo destinato..

 

La protagonista una trentenne napoletana che vive nei Quartieri Spagnoli è una giovane onesta, combattiva, abituata a prendere a schiaffi la vita. Fa l’avvocato,…
Un uomo e una donna in età avanzata si innamorano e riescono a condividere sogni e speranze. Nella cornice….

Esiste un metodo per la felicità duratura? Si può imparare il faticoso mestiere di vivere giorno per giorno in modo da farne addirittura un’arte della…

 

L’autore Giuseppe Cloza descrive un immaginario viaggio di avvicinamento al buddismo di Nichiren Daishonin e alla organizzazione della Soka Gakkai che lo diffonde in Italia e…

 

Questo libro nasce all’alba. Precisamente all’alba di due giorni che, con il Brexit e l’elezione di Trump, hanno cambiato la nostra storia. Siamo…

 

Quasi Niente è un’immersione totale nella cultura montanara, tra aneddoti, riflessioni, storie e personaggi destinati a lasciare il segno. Una…

 

9. Qualcosa 

La Principessa Qualcosa di Troppo, fin dalla nascita, rivela di possedere una meravigliosa, ma pericolosa caratteristica: non ha limiti, è…

 

Immagina che la polizia arrivi a casa tua e ti mostri una foto in cui tu – con i capelli di quel tuo rosso inconfondibile, il tuo cappotto blu -…